Malga Campo

Dal parcheggio al ponte di Arco inizia agevolmente un tragitto che, costeggiando la sinistra orografica del fiume Sarca lungo la nuova ciclabile, porta alla frazione di Ceniga. Si svolta a destra attraversando la S.S. 45bis e ci si immette su una stradina interpoderale pianeggiante che, in circa 3 km, sbocca all’altezza di Dro sulla strada provinciale che conduce a Drena, passando da Maso Giare attraverso stupendi frutteti. Dopo una serie di tornanti panoramici, si raggiunge il magnifico Castello di Drena (si consiglia una visita).

Superato il maniero, si scende a destra dell’abitato e si procede al di là del Rio Sallagoni verso Maso Michelotti risalendo per circa 400 m. Da qui, dopo un tratto di falsopiano, la pendenza si accentua nuovamente e, dopo circa 10 km. in zona boscosa, verdi pascoli precedono l’alpeggio di Malga Campo. Segue un breve tratto piano, con panorama dei monti Brento e Casale e delle Dolomiti di Brenta, nonché un’ultima difficile asperità su fondo cementato (oltre il 25%); quindi, si discende proseguendo diritti dopo il primo tornante. Dopo un bel tratto di piano tra distese prative, si svolta a destra sul primo incrocio scendendo verso Carobbi. Qui, a un bivio tra due case, si gira a destra e su una ripida discesa sterrata si giunge a un incrocio asfaltato. Svoltando a sinistra, si arriva al borgo antico di Braila. Proseguendo sulla stradina sterrata, si scende poi a località Pianura attorniati da faggi e castagni secolari. Più in basso, prima di arrivare a San Martino, la valletta si stringe a fianco della parete di roccia, scuola per free climbing. Andando sempre diritti si giunge ad un bivio, si gira a destra. Allo stop si attraversa la S.S.45 bis e si entra nella frazione di Moleta e si gira a sinistra sulla pista ciclabile che porta direttamente al punto di partenza

Tipologia di luogo
Luogo incantevole
Collocazione geografica

Come arrivare

Venerdì, 11 Marzo 2016